GREATER GOOD

La trasposizione cinematografica della saga di Harry Potter si è rivelata abbastanza rispettosa dei romanzi; alcuni episodi sono stati comunque omessi, e tra questi alcuni relativi al passato di Albus Dumbledore (il Preside Silente per i non anglofoni). Nelle pagine di “Harry Potter e i Doni della Morte”  il fratello Aberforth racconta quanto avvenne nella sua famiglia, in un toccante resoconto. Erano in tre, i Dumbledore: Albus, Aberforth e la sorella Ariana, una ragazza rimasta traumatizzata dalle violenze dei Babbani, le persone prive di poteri magici. Nel 1945 durante una lite con l’ambizioso Gallert Grindelwald la ragazza finì uccisa da una maledizione.


Il cortometraggio di Justin Zagri The Greater Good racconta una possibile versione degli eventi. Il cortometraggio realizzato senza fine di lucro fa luce sulla tragedia e sull’inimicizia che divise i Dumbledore da Grindelwald. Questi sognava di realizzare un mondo guidato dagli stregoni, dove nessun mago dovesse più nascondere la sua natura. Purtroppo il suo sogno oligarchico relegava i comuni mortali in ruoli subalterni, con mezzi non sempre pacifici. Lo stregone era convinto di agire per il bene supremo e arrivava a giustificare ogni mezzo pur di raggiungere il fine. Albus e il fratello erano stati ammaliati da Grindelwald e con lui stavano cercando i Doni della Morte, tuttavia erano meno spregiudicati. Durante un litigio scoppiato proprio su quella spiaggia dove i fratelli portavano la sorella per calmarla dopo le ripetute crisi dovute alle violenze dei comuni mortali, la ragazza intervenne per respingere un incantesimo fatale. La magia le si riversò addosso, uccidendola.


Per quanto ben realizzato dal punto di vista tecnico, e ben recitato, The Greater Good presenta anche le stesse debolezze di Severus Snape and the Marauders, anche questo diretto da Justin Zagri. Come nell’altro cortometraggio, la trama è semplicissima e il duello magico occupa gran parte del minutaggio, con sequenze pesantemente alterate dalla grafica digitale. Quanti ignorano gli eventi narrati nei libri possono trovarsi a disagio poiché vengono citati nomi e situazioni peculiari dell’ambientazione creata dalla Rowling. Nessuno si prende la briga di spiegare a questi spettatori cosa sia un ‘babbano’, o quale sia il rapporto che intercorre tra il mondo delle persone comuni e quello degli stregoni. Gli incantesimi vengono declamati o gridati, e i non addetti ai lavori possono soltanto attendere di vedere gli effetti prodotti da tanto sventolare di bacchette. I fan certamente si trovano a loro agio, ritrovando sullo schermo quanto hanno letto, reso con abilità e passione. Quanti hanno visto i film pure riescono a capire gli eventi, mentre agli altri non resta che leggere e informarsi, oppure assistere ad un turbine di effetti speciali vistosi perdendosi gran parte della drammaticità della narrazione.

Se è vero che i fan film si rivolgono in prevalenza a quanti già conoscono i personaggi e le situazioni, è pur vero che nuovi appassionati possono unirsi, se invogliati da un intreccio che incuriosiosisca e faccia amare la saga. La recitazione dei quattro protagonisti sarebbe stata valorizzata da qualche dialogo esplicativo in più.

L’incipit prometteva bene, lasciava sperare in una trama capace di coinvolgere spettatori di tutte le età. Invece le parti iniziali e la conclusione sembrano soltanto un pretesto per scatenare la rissa: forse il cortometraggio può soddisfare gli adolescenti cresciuti con film traboccanti di effetti speciali, per gli altri, l’interesse resta vivo solo per i primi cinque minuti. Ed è un peccato, perché l’abilità tecnica del regista è indubbia.

 

voto:  su 5, perché gli effettoni non si sostituiscono ai dialoghi

SCEGLI ALTRI CORTOMETRAGGI

 

TORNA INDIETRO

 

Alcune recensioni sono state già pubblicate su terre di confine

 

FANTASTICINEMA

TERRE DI CONFINE

CINEMA & MEDIOEVO

altre aspettano solo di essere adottate da voi lettori. Ospitatele nei Vostri siti, e verrete segnalati !

CONTATTAMI

cuccussette@hotmail.com

jazz0jazz0jazz@yahoo.it


Informativa sulla privacy
Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!